Il magnesio ed alcuni composti

 

Elemento metallico bianco-argenteo, poco reattivo, di simbolo Mg e numero atomico 12; appartiene al gruppo II A (o 2) della tavola periodica, ed quindi tra i metalli alcalino-terrosi.

Il metallo, isolato per la prima volta dal chimico britannico Humphry Davy nel 1808, ottenuto principalmente dall'elettrolisi del cloruro fuso. malleabile e duttile se viene scaldato; a temperatura ambiente non viene attaccato dall'ossigeno, dall'acqua o dagli alcali, ma reagisce facilmente con gli acidi. Se scaldato a 800 C, reagisce con l'ossigeno ed emette una luce brillante.

Relativamente diffuso sulla crosta terrestre, si trova in natura combinato ad altri elementi, in particolare nei minerali carnallite, dolomite e magnesite; presente in molti silicati e, come sale, ad esempio come cloruro di magnesio, abbondante negli oceani e nei laghi salati. inoltre uno dei principali costituenti dei tessuti delle piante e degli animali.

Il magnesio forma composti bivalenti, fra i quali il carbonato di magnesio (MgCO3), che si produce per reazione fra un sale di magnesio e il carbonato di sodio e viene usato come materiale refrattario e isolante; il cloruro di magnesio (MgCl2 6H2O), preparato facendo reagire carbonato o ossido di magnesio con acido cloridrico e impiegato nei tessuti di lana e cotone, nell'industria della carta, nella produzione di cemento e ceramiche; il citrato di magnesio [Mg3(C6H5O7)2 3H2O], ottenuto per reazione fra carbonato di magnesio e acido citrico e utilizzato nella produzione di medicinali o bevande effervescenti; l'idrossido di magnesio [Mg(OH)2], formato dalla reazione fra sali di magnesio e idrossido di sodio, usato in medicina come lassativo ("latte di magnesia") e nella raffinazione dello zucchero; il solfato di magnesio (MgSO4 7H2O), meglio conosciuto come sale di Epsom; l'ossido di magnesio (MgO), detto magnesia, preparato bruciando il magnesio in corrente di ossigeno o riscaldando il carbonato di magnesio, usato come materiale refrattario e isolante, nell'industria dei cosmetici e della carta e come lassativo debole e antiacido.

Le leghe di magnesio e rame, o alluminio, estremamente leggere ma caratterizzate da elevata resistenza a trazione, sono utilizzate per fabbricare parti di aeroplani, arti artificiali, strumenti ottici e sci. Il metallo puro usato nelle polveri per i flash fotografici, nelle bombe incendiarie, nei razzi di segnalazione e come deossidante nella fusione dei metalli.