4. BILANCIA ANALITICA

 

Bilancia anlitica di precisione a bracci uguali con sensibilità 0,005 g. e portata 200 g.

 

Una bilancia (anche detta bilancia graduata o bilancia da laboratorio) è utilizzata per la misura della massa di un oggetto. Nella sua accezione standard, questo tipo di strumento di misura confronta l'oggetto, posizionato in uno dei piatti di misura, e sospeso tramite una leva, con una massa di riferimento o combinazione di masse nel piatto opposto (peso di riferimento). Per pesare un oggetto nel piatto di misura, una serie di pesi standard viene aggiunta al piatto di riferimento finché il braccio si trova il più possibile vicino alla sua posizione di equilibrio meccanico. A questo punto un cursore (normalmente presente) viene mosso lungo il braccio o parallelamente a questo, fino al raggiungimento di un equilibrio ancora più preciso. Tale cursore consente la correzione della massa di riferimento in modo molto più preciso.

Un notevole aumento nella precisione della misura si ottiene accertandosi che il fulcro del braccio sia in condizioni di attrito minimo (uno spigolo a lama di coltello è la soluzione più usata), e avendo sul braccio stesso un indicatore che mostri la deviazione della posizione di equilibrio, e per ultimo utilizzando il principio della leva che consente l'aggiunta di pesi frazionari tramite il semplice movimento di un piccolo peso lungo il braccio, come sopra descritto.

Mentre la parola normalmente usata è peso o pesi, una qualunque bilancia misura la massa, che invece non è dipendente dalla forza di gravità. Il momento angolare è applicato su entrambi i lati dello strumento, e l'effetto dell'accelerazione di gravità viene cancellato essendo anch'esso applicato su entrambi i lati. In questo modo un cambiamento locale della forza di gravità non influenza la misura del peso. La massa è normalmente espressa in grammi, chilogrammi, libbre, once.

La struttura originale di una bilancia consiste in un braccio con un fulcro al centro. Onde ottenere una precisione maggiore, minimizzando l'attrito, il fulcro consiste in un profilo a lama a forma di V dove si innesta un profilo a V complementare. Per determinare la massa di un oggetto, si posizionano in un piatto una serie di pesi di riferimento, e nell'altro piatto il peso incognito.

 

Riferimenti:

http://it.wikipedia.org/wiki