La traversata dei Pirenei da mare a mare

TRAVERSATA COMPIUTA NEL LUGLIO-AGOSTO DEL 2005

 

 

 

 

 

La catena montuosa dei Pirenei, che segna un po’ il confine naturale tra Francia e Spagna, procede con il suo crinale  più o meno in direzione ovest-est, dall’Oceano Atlantico al Mar Mediterraneo. Sede di parchi nazionali importanti come quello dei Pirenei Occidentali sul versante francese e quello di Ordesa nel versante spagnolo e di tanti altri parchi regionali e riserve protette, viene percorsa soprattutto dagli amanti della montagna di nazionalità francese o spagnola con escursioni giornaliere o piccoli trekking di qualche giorno, dormendo in tenda o nella rete di rifugi gestiti, efficiente ma non molto numerosa, dei due versanti. Sul versante francese infatti si snoda una lunga e ben segnata Grande Randonnèe di media montagna (GR 10) da Hendaye sull’Atlantico a Banyuls sur Mer sul Mediterraneo mentre dalla parte spagnola un altro sentiero segnalato, denominato GR 11, collega i due mari. Le prime storiche traversate furono quelle di Frederic Parrot nel 1817 in 53 tappe da St. Jean de Luz alla spiaggia di Canet (Perpignan) e quella di Jean Bepmale nel 1906 da St. Jean de Luz a Banylus sur Mer in 30 tappe per la media montagna. Nel 1968 l’alpinista francese G. Veron compì la moderna Haute Route in 38 giorni. Attualmente il tracciato denominato HRP (Alta Via dei Pirenei), a volte utilizzando i sentieri del GR 10, a volte il GR 11 e più spesso altri sentieri più in quota, con tappe dure e dislivelli giornalieri abbastanza rilevanti (1000-1500 metri), permette di compiere una traversata in circa 40 giorni. Un escursionista esperto, fornito di carte e bussola, può in realtà seguire il percorso che più gli piace in funzione dei piccoli paesi ove approvvigionarsi, dei rifugi gestiti o non gestiti, delle caratteristiche del percorso, delle condizioni meteo del momento e del tempo a disposizione.

 

 

Nell' estate 2005 ho compiuto la traversata in 40 tappe, in solitaria ed in parziale autonomia dalle strutture ricettive del percorso (come rifugi o piccoli hotel), quindi spesso dormendo in tenda ed utilizzando scorte alimentari. Quell'anno ho incontrato anche altre persone che compirono la traversata (non ho incontrato altri italiani): Bernard Martin e Jan Guy Caminade francesi, Erwin Peterman olandese con un compagno di viaggio inglese, e tre ragazze bretoni, Carole Deleu, Lucille Montagne e Maryse Coustaut. La traversata può essere compiuta anche in meno di trenta giorni .......

Home ironguide

copyright 2006-2015© ironguide